Sono Simone Er Sioula, scrivo, titolo ed illustro notizie inerenti sport e politica, ma anche notizie locali della Liguria e religione.

“URAGANO GIAMPAOLO”

“L’Uragano Giampaolo”
Bogliasco: dicono che gli abruzzesi sono cocciuti e testoni è una loro caratteristica del loro marchio e coincide con il marchio di fabbrica di mister Marco Giampaolo.
Io non sono tanto un suo estimatore, non mi fa né caldo e né freddo anche se fa vedere bellissimo gioco tiki-taka in salsa catalana, ha lo stile Sarriano , l’erede di Giampaolo è Roberto De Zerbi, attualmente tecnico del Sassuolo.
Giampy ha le sue fisse, fa giocare Sala sulla sinistra quest’anno l’anno scorso puntava su Alvarez e poche volte faceva giocare Bruno Fernandes dall’inizio un giocatore fortissimo un trequartista di puro talento, ha bocciato giocatori importanti vedi Campana e Djuricic. La sua pecca è la testa dura.
Giampaolo per me è un tecnico da basso profilo, anche se spicca nella top 100 dei migliori tecnici italiani lui è posizionato 35°. ha allenato solo squadrette vedi Cagliari-Siena-Empoli-Cremonese e Giulianova, il suo salto di qualità l’ha fatto alla Sampdoria.
Due anni fa ad un passo dall’esonero col Palermo, grazie alla rete di Bruno Fernandes. Ora due sconfitte che bruciano e che pesano, serve cambiare rotta o cambiare il timone di guida??
Io opterei su due soluzioni anche se le prossime sfide sono molto insidiose e molto delicate vedi Roma all’Olimpico e Derby a Marassi col Genoa.
Un usato sicuro il ritorno di Sinisa Mihajlovic oppure una vecchia conoscenza e molto gradita alla Sampdoria il portoghese Paulo Sousa ex Basilea e Fiorentina molto vicino nel 2015, ieri era al Ferraris ad assistere al march per ora visita solo di cortesia, ma occorre prendere importanti decisioni per il bene e per il futuro della Sampdoria, usare più il bastone che la carota.

By | 2018-11-05T19:19:04+00:00 novembre 5th, 2018|Sampdoria, Sport|0 Comments